CHI SIAMO

Un’organizzazione umanitaria, laica, non governativa, che avvalendosi della collaborazione spontanea e gratuita di volontari, persegue finalità di solidarietà e di promozione umana nei paesi in via di sviluppo. Siamo persone che hanno inserito tra i valori e gli scopi della propria vita la solidarietà e insieme vogliamo contribuire a rendere il mondo più giusto, solidale e fraterno.
L’Associazione “I nostri amici lebbrosi” è un’organizzazione di volontariato che si ispira ai principi universali della fratellanza e della solidarietà e persegue finalità di carattere umano e sociale. Suo obiettivo è in particolare la promozione allo sviluppo attraverso la alfabetizzazione e la formazione professionale con specifica attenzione al mondo dei malati di lebbra (e alla prevenzione di questa malattia attraverso la educazione nutrizionale, igienica e sanitaria)  dell’infanzia e delle donne.
Costituita da persone accomunate da nessun altro obbligo se non quello che nasce dalla propria coscienza umana, l’Associazione vive e cresce in piena e trasparente autogestione finanziaria godendo i benefici – e affrontandone per contro tutti i rischi – di una totale indipendenza da qualsiasi influenza ed interferenza.
È caratterizzata da tre connotazioni specifiche:

È un’organizzazione umanitaria perché la sua anima è un profondo, onesto e operoso desiderio di condivisione con gli ultimi.

È un’organizzazione non governativa (ONG) perché la cooperazione abbia un volto umano in un rapporto tra persone che imparano a conoscersi e stimarsi e sia così un mezzo di crescita e di maturazione reciproca.

È un’organizzazione laica, perché in forza della nostra laicità possiamo cooperare a eguale titolo con cristiani e non, credenti e non, senza alcuna discriminazione riguardo la scelta dei luoghi o delle comunità da aiutare.

GLI OBIETTIVI CHE VOGLIAMO RAGGIUNGERE

La promozione umana attraverso la lotta ad ogni forma di emarginazione, dall’ignoranza alla fame, alla miseria, alle malattie, allo sfruttamento.
Simbolo dell’umanità degradata nel corpo e nello spirito è il lebbroso. E lotta all’emarginazione si traduce allora per la nostra Associazione in “lotta alla lebbra e a tutte le lebbre” che costituiscono quella realtà sconvolgente di sofferenza, di discriminazione, di abbandono che affligge una così vasta parte del nostro pianeta.

Lotta alla lebbra

Il nostro primo scopo è la lotta alla lebbra, simbolo dell’umanità degradata nel fisico e nello spirito, figlia della fame, della miseria, del sottosviluppo, attraverso interventi di educazione, prevenzione, promozione umana e reinserimento sociale.

Progetto Catena d’Amore

“ Tutti i bambini nascono per vivere…aiutiamoli a vivere” questo il pensiero che ci guida nel sostenere il progetto, nato per aiutare ed educare di tutti i bambini poveri, emarginati, abbandonati a cominciare dai figli dei lebbrosi.

Promozione della donna

È la radice di fecondità e di speranza: per il riscatto e la promozione delle donne discriminate ed emarginate, per far sì che esse possano diventare protagoniste consapevoli del proprio sviluppo, per un reale cambiamento nel Sud del Mondo.

C’è stata una evoluzione sia ideologica che operativa nel suo originale progetto con un approfondimento di prospettiva : il passaggio dal semplice ed urgente aiuto sanitario agli ammalati di lebbra alla ricerca di una prevenzione e di un loro reinserimento nei tessuti della famiglia e della società che li aveva ingiustamente colpevolizzati ed abbandonati.
Per loro sono stati costruiti dispensari, villaggi, case e strutture adeguate. Per rispondere all’esigenza di aiutare i lebbrosi a vincere la ripugnante malattia nei figli, destinati altrimenti a perpetuare l’emarginazione e la vergogna dei genitori, sono nati convitti e scuole per i loro figli e per i bambini delle comunità più povere.
Continuando nell’intento di eliminare la lebbra ci si è resi conto di dover rivolgere attenzione ed energie verso la eliminazione delle sue cause che sono l’ignoranza, la fame, la miseria e, in una parola, il sottosviluppo. È nato così che il progetto “Catena d’Amore” con lo slogan “Tutti i bambini nascono per vivere”, con il quale si è maturata una particolare attenzione verso i figli dei lebbrosi, i bambini poveri e abbandonati, le donne. Bambini e donne, e mamme, sono infatti intimamente legati.
Questo progetto è diventato parte integrante del piano dell’Associazione con centri di alfabetizzazione e professionali, con asili, scuole e corsi di puericultura, di educazione sanitaria, igienica, nutrizionale. Infine si è capito quale realtà tremenda di violenza, di discriminazione, di abbandono e di sofferenza sia quella della condizione femminile e l’ attenzione si è rivolta anche alla promozione della dignità e dei diritti delle donne, soprattutto le più povere e le più discriminate ed è stata realizzata una serie di valide iniziative per aiutarle ad esprimere al meglio le loro enormi potenzialità, vera molla di autentico sviluppo.

CHI SOSTENIAMO?

La promozione umana attraverso la lotta ad ogni forma di emarginazione, dall’ignoranza alla fame, alla miseria, alle malattie, allo sfruttamento.
Simbolo dell’umanità degradata nel corpo e nello spirito è il lebbroso. E lotta all’emarginazione si traduce allora per la nostra Associazione in “lotta alla lebbra e a tutte le lebbre” che costituiscono quella realtà sconvolgente di sofferenza, di discriminazione, di abbandono che affligge una così vasta parte del nostro pianeta.

I lebbrosi

Primi nell’emarginazione, non potevano che essere primi nell’interesse umanitario dell’Associazione. Essi mantengono un posto speciale nei nostri interventi: sono “i nostri amici” più poveri, più abbandonati, più ingiustamente colpevolizzati dalla società e perfino dalla famiglia.Centri di cura e dispensari per la cura della malattia, casette, alloggi, laboratori e attività artigianali e commerciali per il reinserimento dignitoso nella comunità degli ammalati recuperati sono così sorti in ogni parte del sud del Mondo con l’intervento dell’Associazione.

I bambini

Investire sui bambini è investire sul futuro: ad essi l’Associazione rivolge la più appassionata attenzione affinché sia garantito e difeso il loro diritto di vivere e di vivere bene. Un impegno particolare è rivolto ai figli dei lebbrosi e a quelli più poveri e abbandonati (con la costruzione di scuole e convitti e con l’istituzione di borse di studio). Da sempre privilegiamo l’alfabetizzazione come mezzo più efficace per promuovere un autentico sviluppo.
Elevare il tasso di scolarizzazione è porre sicure premesse di vittoria su tutte le lebbre.
Nostro contributo all’alfabetizzazione è la costruzione di scuole e di asili, la creazione di centri di formazione professionale e gli interventi perché si moltiplichino forme di accoglienza dove singoli e gruppi possano incontrarsi e socializzare.

Le donne

Ancora troppo povere di stima, di rispetto, di dignità, di diritti e costrette ad una ingiusta inferiorità, le donne rappresentano la massa più numerosa e maltratta dei poveri del Sud del Mondo.
Credendo fino in fondo alla scommessa di “educare un popolo educando le sue figlie e le sue madri”, l’Associazione è fortemente impegnata nel riscatto delle donne da secoli di umiliazioni, di noncuranza, di disprezzo, con iniziative specifiche: centri professionali di taglio, cucito, maglieria e informatica, corsi di puericultura, di educazione sanitaria, igienica e nutrizionale che si sono rivelati efficaci nella prevenzione delle malattie e del diffondersi del contagio. Sono inoltre stati costruiti centri di formazione e di promozione della donna e case di accoglienza per le mamme e i bambini.

Per maggiori informazioni e per conoscere la storia dell’Associazione, scarica il PDF che descrive l’Associazione I Nostri Amici Lebbrosi Onlus.